Università di Trento, il bando per bibliotecari 

0
81

Ancora pochi giorni a disposizione per poter partecipare al bando indetto dall’Università degli Studi di Trento: si tratta della copertura di una posizione di Cat. D, posizione economica D1, area biblioteche.

Le risorse selezionate verranno inserite a tempo indeterminato e full time presso la Direzione Ricerca e Sistema Bibliotecario dell’Ateneo di Trento (qui il bando nel dettaglio).

Per inviare la candidatura c’è tempo fino alle ore 12 entro il giorno 9 settembre 2019: le domande di ammissione al bando dell’Università di Trento devono essere presentate solo ed esclusivamente tramite la modalità di compilazione online (qui la domanda). 

Titoli di studio richiesti 

Ma quali sono i titoli di studio richiesti per poter partecipare al bando. 

Ecco i titoli di studio richiesti: 

  • Laurea triennale in una delle seguenti classi:
  • – L-1 Beni culturali;
  • – L-5 Filosofia;
  • – L-6 Geografia;
  • – L-10 Lettere;
  • – L-11 Lingue e culture moderne;
  • – L-12 Mediazione linguistica;
  • – L-42 Storia.
  • Laurea Specialistica/Magistrale in una delle seguenti classi:
  • – LM-1 Antropologia culturale ed etnologia;
  • – LM-2 Archeologia;
  • – LM-5 Archivistica e biblioteconomia;
  • – LM-10 Conservazione dei beni architettonici e ambientali;
  • – LM-11 Conservazione e restauro dei beni culturali;
  • – LM-14 Filologia moderna;
  • – LM-15 Filologia, letterature e storia dell’antichità;
  • – LM-36 Lingue e letterature dell’Africa e dell’Asia;
  • – LM-37 Lingue e letterature moderne europee e americane;
  • – LM-38 Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione;
  • – LM-39 Linguistica;
  • – LM-43 Metodologie informatiche per le discipline umanistiche;
  • – LM-45 Musicologia e beni culturali;
  • – LM-64 Scienze delle religioni;
  • – LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale;
  • – LM-78 Scienze filosofiche;
  • – LM-80 Scienze geografiche;
  • – LM-84 Scienze storiche;
  • – LM-89 Storia dell’arte;
  • – LM-94 Traduzione specialistica e interpretariato;
  • Laurea specialistica o Laurea conseguita secondo le modalità previste dalla normativa vigente prima dell’entrata in vigore del D.M. 509/1999 nei corsi di laurea equiparati ai sensi del Decreto Interministeriale 9 luglio 2009.

I Requisiti

Ecco i requisiti necessari per poter partecipare al bando. 

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o altre categorie specificate nel bando;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • per i cittadini soggetti all’obbligo di leva: essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo;
  • non essere stati licenziati per motivi disciplinari, destituiti o dispensati dall’impiego presso una P.A. per persistente insufficiente rendimento oppure dichiarati decaduti da un impiego statale per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;
  • non avere un grado di coniugio, parentela o affinità entro il quarto grado compreso, con il Rettore, con il Direttore Generale o un componente del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo.

Le Prove d’esame

La procedura di selezione consiste nella valutazione dei titoli e delle esperienze ed il superamento di una prova scritta ed una orale relative agli argomenti indicati nel bando, pubblicato sulla GU IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami n. 63 del 9-8-2019.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui