Ministero del lavoro, il concorso pubblico per 1.514 posti 

0
262

 

Arriva il concorso pubblico per ruoli nel Ministero del lavoro, nell’Ispettorato nazionale del lavoro e nell’INAIL: pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando Ripam (qui il bando consultabile) per un concorso per titoli ed esami, per la copertura di 1.514 posti di personale non dirigenziale, da assumere a tempo indeterminato.

 

Le domande di partecipazione al concorso possono essere inviate entro e non oltre l’11 ottobre. 

Le unità del concorso 

I 1.514 posti a disposizione verranno ripartiti in base al profilo da andare a coprire, ma anche in base all’ente di destinazione. Ecco le unità ricercate che verranno successivamente divise: 

Per il profilo di ispettore del lavoro Codice CU/ISPL:

  • 691 unità per il profilo di Ispettore del lavoro Area III – F1, da inquadrare nei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro, di cui n. 64 (sessantaquattro) riservati al personale di ruolo dell’Ispettorato nazionale del lavoro;

Per il  profilo amministrativo/funzionario area amministrativa giuridico contenzioso Codice CU/GIUL, verranno assunte:

  • 131 unità per il profilo di funzionario area amministrativa giuridico contenzioso, area III – F1, da inquadrare nei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro, di cui 13 riservati al personale di ruolo dell’Ispettorato nazionale del lavoro di cui tredici riservati al personale di ruolo dell’Ispettorato nazionale del lavoro;
  • 635 unità per il profilo professionale amministrativo, area C, livello economico C1, da inquadrare nei ruoli nei ruoli dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL), di cui 127 riservati al personale di ruolo dell’INAIL;
  • 57 unità per il profilo di funzionario area amministrativa giuridico contenzioso, area funzionale III – F1, da inquadrare nei ruoli del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di cui 6 riservati al personale di ruolo del Ministero del lavoro.

I requisiti per partecipare al concorso

Il concorso è riservato solo ed esclusivamente ai laureati e con una serie di lauree specifiche. 

Per il profilo di ispettore del lavoro Codice CU/ISPL è necessario essere in possesso di alcuni requisiti: 

cittadinanza italiana, 

età non inferiore a diciotto anni, 

idoneità fisica, godimento dei diritti, 

assenza di condanne penali, 

posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva.

Necessario possedere uno dei seguenti titoli di studio: 

  • lauree magistrali (LM) in: LMG/01 – Giurisprudenza; LM-63 – Scienze delle pubbliche amministrazioni o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;
  • lauree specialistiche (LS) in: 22/S – Giurisprudenza; 102/S – Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;
  • diploma di laurea (DL) in: giurisprudenza o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;
  • laurea (L) in: L-14 – Scienze dei servizi giuridici, L-16 – Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, L-36 – Scienze politiche e delle relazioni internazionali o titoli equiparati secondo la normativa vigente.

Per il profilo amministrativo/funzionario area amministrativa giuridico contenzioso Codice CU/GIUL è necessario, tra gli altri requisiti, essere in possesso della cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione europea, età non inferiore a diciotto anni, idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce.

I titoli di studio

Per le 131 unità di funzionario area amministrativa giuridico contenzioso da inquadrare nei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro, di cui tredici riservati al personale di ruolo, e le 57 unità da inquadrare nei ruoli del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di cui sei riservati al personale di ruolo è necessario possedere:

  • lauree magistrali (LM) in: LMG/01 – Giurisprudenza; LM-63 – Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-62 – Scienze della politica o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;
  • lauree specialistiche (LS) in: 22/S – Giurisprudenza; 102/S – Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica; 71/S – Scienze delle pubbliche amministrazioni; 70/S – Scienza della politica o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;
  • diploma di laurea (DL) in: giurisprudenza o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa;
  • classi di laurea (L) in: L14 – Scienze dei servizi giuridici, L16 – Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, L36 – Scienze politiche e delle relazioni internazionali o titoli equiparati secondo la normativa vigente;

Per le 635 unità di profilo professionale amministrativo da inquadrare dei ruoli dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, di cui n. 127 riservati al personale di ruolo è necessario essere in possesso di: laurea (L), diploma di laurea (DL), laurea specialistica (LS), laurea magistrale (LM).

Equivalenza tra laurea italiana e laurea europea. Così come previsto dal bando è bene chiarire che i titoli necessari alla partecipazione al concorso si intendono conseguiti presso università o altri istituti equiparati della Repubblica.

Se il titolo di laurea è stato conseguito in un Paese dell’Unione europea, i candidati sono ammessi alle prove concorsuali, purché il titolo sia stato dichiarato equivalente ovvero sia stata attivata la predetta procedura di equivalenza.

 

Come presentare la domanda 

La domanda può essere presentata entro l’11 ottobre solo ed esclusivamente esclusivamente per via telematica, compilando il modulo on-line tramite il sistema «Step-One 2019», all’indirizzo internet https://www.ripam.cloud. L’invio della domanda attraverso qualsiasi altro mezzo o modalità non sarà considerato valido ai fini della partecipazione al concorso.

Le prove del concorso 

Il concorso si articolerà in tre prove:

  • una prova preselettiva comune a tutti i profili;
  • una prova selettiva scritta distinta per singoli profili;
  • una prova selettiva orale distinta per singoli profili.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui