Concorso al Sud per 2800 Laureati. Solo prova scritta. Ecco il Bando.

Concorso pubblico per il reclutamento a tempo determinato di 2800 unita’ di personale non dirigenziale di Area III – F1 o categorie equiparate nelle amministrazioni pubbliche con ruolo di coordinamento nazionale nell’ambito degli interventi previsti dalla politica di coesione dell’Unione europea e nazionale per i cicli di programmazione 2014-2020 e 2021-2027, nelle autorita’ di gestione, negli organismi intermedi e nei soggetti beneficiari delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. (GU n.27 del 06-04-2021). Tutti i dettagli.

2.800 Posti messi a Concorso per Laureati

E’ indetto un concorso pubblico per il reclutamento a tempo determinato di 2.800 unita’ di personale non dirigenziale di Area III, posizione/fascia retributiva F1, o categorie equiparate nelle amministrazioni pubbliche con ruolo di coordinamento nazionale nell’ambito degli interventi previsti dalla politica di coesione dell’Unione europea e nazionale per i cicli di programmazione 2014-2020 e 2021-2027, nelle autorita’ di gestione, negli organismi intermedi e nei soggetti beneficiari delle Regioni:

  • Abruzzo,
  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Molise
  • Puglia
  • Sardegna
  • Sicilia

secondo i 2.800 profili di seguito specificati:

  • 1.412 posti di Funzionario esperto tecnico (Codice FT/COE) con competenza in materia di supporto e progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione.
  • 918 posti di Funzionario esperto in gestione, rendicontazione e controllo (Codice FG/COE) con competenza in materia di supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, nonche’ alla gestione, al monitoraggio e al controllo degli stessi ivi compreso il supporto ai processi di rendicontazione richiesti dai diversi soggetti finanziatori, anche attraverso l’introduzione di sistemi gestionali piu’ efficaci e flessibili tra le amministrazioni e i propri fornitori.
  • 177 posti di Funzionario esperto in progettazione e animazione territoriale (Codice FP/COE) con competenza in ambito di supporto alla progettazione e gestione di percorsi di animazione e innovazione sociale fondati sulla raccolta dei fabbisogni del territorio e la definizione e attuazione di progetti/servizi per la cittadinanza.
  • 169 posti di Funzionario esperto amministrativo giuridico (Codice FA/COE)con competenza in ambito di supporto alla stesura ed espletamento delle procedure di gara ovvero degli avvisi pubblici nonche’ della successiva fase di stipula, esecuzione, attuazione, gestione, verifica e controllo degli accordi negoziali derivanti.
  • 124 posti di Funzionario esperto analista informatico (Codice FI/COE) con competenza in materia di analisi dei sistemi esistenti e definizione di elementi di progettazione di dati logici per i sistemi richiesti dai fabbisogni di digitalizzazione delle amministrazioni. Identificazione e progettazione di chiavi per i dati e definizione di cataloghi di dati. Definizione e realizzazione delle condizioni di interoperabilita’ per l’acquisizione e scambio di dati utili alle amministrazioni.

Requisiti per l’ammissione

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini per la presentazione della domanda di partecipazione e al momento dell’assunzione:

  • essere cittadini italiani o di altro Stato membro dell’Unione europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente o cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, ai sensi dell’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. Per i soggetti di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 essere in possesso dei requisiti, ove compatibili, di cui all’art. 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 febbraio 1994, n. 174;
  • avere una eta’ non inferiore ai diciotto anni;
  • essere in possesso almeno del seguente titolo di studio: Laurea;
  • idoneita’ fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce. Tale requisito sara’ accertato prima dell’assunzione all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale.
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva.

Procedura concorsuale

Il concorso e’ espletato in base alla procedura di seguito indicata, che si articola attraverso le seguenti fasi:

  1. fase di valutazione dei titoli, secondo la disciplina dell’art. 6, distinta per i codici concorso di cui al precedente art. 1, comma 1. La valutazione e’ finalizzata all’ammissione alla prova scritta di un numero di candidati per ciascuno dei codici concorso di cui al precedente art. 1, comma 1, pari a tre volte il numero dei relativi posti messi a concorso. Ai fini della votazione complessiva, il voto conseguito nella valutazione dei titoli e’ sommato al voto riportato nella prova scritta di cui all’art. 7;
  2. fase selettiva scritta
  3. I primi classificati nell’ambito della graduatoria finale di merito in numero pari ai posti disponibili per ciascuno dei codici concorso di cui al precedente art. 1, comma 1, tenuto conto delle riserve dei posti, sono nominati vincitori e assegnati alle amministrazioni interessate per l’assunzione a tempo determinato, secondo quanto previsto dall’art. 10.

Valutazione dei titoli

La valutazione dei titoli avverra’ con l’assegnazione dei seguenti punteggi:

Titoli di studio fino a un massimo di 4 punti, secondo i seguenti criteri:

Punteggi attribuiti al voto di laurea: con riferimento al voto di laurea relativo al titolo di studio conseguito con miglior profitto nell’ambito di quelli dichiarati per l’ammissione al concorso, verra’ attribuito il seguente punteggio ad un solo titolo a seconda della votazione conseguita:

da 66/110 a 75/110 o equivalente punti 0,01;
da 76/110 a 84/110 o equivalente punti 0,02;
da 85/110 a 89/110 o equivalente punti 0,03;
da 90/110 a 94/110 o equivalente punti 0,04;
da 95/110 a 99/110 o equivalente punti 0,05;
da 100/110 a 103/110 o equivalente punti 0,06;
da 104/110 a 106/110 o equivalente punti 0,07;
da 107/110 a 109/110 o equivalente punti 0,08;
da 110/110 a 110/110 e lode o equivalente punti 0,10.

Punteggi attribuiti agli ulteriori titoli
0,50 punti per il diploma di laurea, la laurea
specialistica e magistrale che sia il proseguimento della laurea
triennale indicata quale requisito ai fini della partecipazione
ovvero per la laurea a ciclo unico;

0,25 punti per ogni laurea ulteriore rispetto al titolo di
studio utile per l’ammissione al concorso, con esclusione di quelle
propedeutiche alla laurea specialistica o laurea magistrale
dichiarata.

Formazione post laurea (fino a un massimo di 3 punti):

0,5 punti per ogni master universitario di primo livello;
1 punto per ogni master universitario di secondo livello;
1,5 punti per ogni diploma di specializzazione;
1,5 punti per ogni dottorato di ricerca.

Titoli professionali fino a un massimo di 6 punti, secondo i seguenti criteri:

esperienza professionale maturata nella gestione e/o nell’assistenza tecnica di programmi o progetti finanziati da fondi europei e nazionali afferenti la politica di coesione che sia comprovabile, in fase di verifica dei titoli, a mezzo di contratti di lavoro o incarichi professionali stipulati con pubbliche amministrazioni o con enti privati.

Abilitazione all’esercizio delle professioni per le quali e’ richiesta la laurea, punti 1.

Prova scritta

La prova scritta, distinta per i codici concorso di cui al precedente art. 1, comma 1, consistera’ in un test di 40 domande con risposta a scelta multipla da risolvere in 60 minuti, per un punteggio massimo attribuibile di trenta punti.

La prova scritta, che si intendera’ superata con una votazione minima di 21/30 (ventuno/trentesimi), sara’ volta a verificare la conoscenza teorica e pratica della lingua inglese, delle tecnologie informatiche e, con riferimento ai codici concorso di cui al precedente art. 1, comma 1, delle seguenti materie:

Funzionario esperto tecnico (Codice FT/COE)

  • normativa in materia di rischio idrogeologico, sismico e valutazione ambientale, di lavori pubblici e gestione del territorio;
  • normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei cantieri e nei luoghi di lavoro;
  • progettazione e manutenzione delle infrastrutture viarie e relative norme tecniche;
  • tecnica delle costruzioni; la pianificazione urbanistica del territorio;
  • sistemi di realizzazione dei lavori pubblici;
  • la tutela e valorizzazione dei beni culturali;
  • legislazione nazionale e regionale in materia di edilizia e urbanistica; nozioni di estimo, catasto e topografia; occupazione ed espropriazione per pubblica utilita’;
  • elementi di programmazione comunitaria;

Funzionario esperto in gestione, rendicontazione e controllo (Codice FG/COE)

  • regolamenti comunitari in materia di Fondi strutturali;
  • contabilita’ pubblica, con particolare riferimento all’ordinamento finanziario e contabile della Regione e degli enti locali;
  • elementi di diritto amministrativo, con particolare riferimento al codice dei contratti pubblici; programmazione comunitaria;
  • elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione;

Funzionario esperto in progettazione e animazione territoriale (Codice FP/COE):

  • legislazione nazionale e regionale sui servizi sociali,
  • socio-assistenziali e socio-sanitari;
  • competenze dell’ente locale in materia sociale, socio-assistenziale e socio-sanitaria;
  • programmazione, organizzazione e gestione degli interventi e dei servizi sociali, socioassistenziali;
  • territorio e sviluppo di comunita’ nel lavoro sociale;
  • metodologia del servizio sociale con particolare riferimento alle problematiche relative al lavoro di rete e al lavoro di
    comunita’;
  • cambiamenti sociali e ruolo dei servizi alla luce delle nuove misure di contrasto alla poverta’ (decreto legislativo n. 142/2017);
  • elementi di diritto civile e di diritto di famiglia;
  • elementi di diritto amministrativo;
  • programmazione comunitaria;
  • politiche attive del lavoro e organizzazione dei Servizi per l’impiego (SPI);
  • politiche dell’istruzione e della formazione;

Funzionario esperto amministrativo giuridico (Codice FA/COE):

  • diritto amministrativo: con particolare riferimento alla disciplina degli appalti pubblici, al procedimento amministrativo e alla responsabilita’ dei pubblici dipendenti;
  • anticorruzione;
  • diritto dell’Unione europea: gli istituti e le fonti;
  • organizzazione e gestione delle pubbliche amministrazioni;
  • la contabilita’ di stato e degli enti pubblici territoriali e i principali documenti di finanza pubblica;

Funzionario esperto analista informatico (Codice FI/COE)

  • progettazione e gestione dei sistemi informativi automatizzati della pubblica amministrazione;
  • CAD – Codice amministrazione digitale;
  • elementi di diritto amministrativo, con particolare riferimento alla protezione dei dati personali;
  • programmazione comunitaria;
  • conoscenza e capacita’ di utilizzo dei principali applicativi informatici e software in uso;
  • conoscenza della normativa nazionale in materia di portali e comunicazione web delle PA;
  • forme ed applicazioni della Business Intelligence nelle organizzazioni pubbliche;
  • Sistemi informativi territoriali (SIT);
  • E-procurement nella pubblica amministrazione e ruolo della Consip;
  • caratteristiche dell’e-learning e suo impiego in ambito P.A.;
  • firma elettronica e firma digitale;
  • sistema pubblico di connettivita’ (SPC): regole e casi principali di servizi condivisi;
  • Servizi Rete Internazionale della PA (S-RIPA): stato dell’arte;
  • esempi in caso di disaster recovery & continuita’ operativa;
  • Open Government e Open Data: concetti base, aspetti tecnici e giuridici;
  • Open Data: realizzazioni nella PA centrale e locale.

A ciascuna risposta sara’ attribuito il seguente punteggio:

  • risposta esatta: +0,75 punti;
  • mancata risposta: 0 punti;
  • risposta errata: -0,375 punti.

La prova si svolge presso sedi decentrate ed esclusivamente mediante strumentazione informatica e piattaforme digitali. Ogni comunicazione concernente la prova, compreso il calendario e il relativo esito, e’ effettuata attraverso il sistema «Step-One 2019».

 

 

Pubblicazione del bando, presentazione della domanda e comunicazioni ai candidati. Termini e modalita’

Il presente bando viene pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». E’ altresi’ disponibile sul sito del Dipartimento della funzione pubblica www.funzionepubblica.gov.it sul sito http://riqualificazione.formez.it e sul sistema «Step-One 2019» messo a disposizione da Formez PA.

Come fare domanda?

La domanda di ammissione al concorso puo’ essere presentata per ciascuno dei codici concorso di cui al precedente art. 1, comma.

L’invio della domanda deve avvenire unicamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identita’ digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo «https://ripam.cloud», previa registrazione del candidato sullo stesso sistema. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato. La registrazione, la compilazione e l’invio on-line della domanda devono essere completati entro il quindicesimo giorno (21 Aprile 2021), decorrente dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». Qualora il termine di scadenza per l’invio on-line della domanda cada in un giorno festivo, il termine sara’ prorogato al primo giorno successivo non festivo. Sono accettate esclusivamente e indifferibilmente le domande inviate entro le ore 23,59 di detto termine.

Per la partecipazione al concorso deve essere effettuato, a pena di esclusione, il versamento della quota di partecipazione di euro 10,00 sulla base delle indicazioni riportate nel suddetto sistema «Step-One 2019». Il versamento della quota di partecipazione deve essere effettuato entro le ore 23,00 del termine di scadenza di cui al comma 2 del presente articolo. Qualora il candidato intenda presentare domanda di partecipazione per piu’ codici concorso di cui al precedente art. 1, comma 1, il versamento della quota di partecipazione deve essere effettuato per ciascun codice. Il contributo di ammissione non e’ rimborsabile.

Gazzetta Ufficiale del 06/04/2021 – testo integrale GU n.27 del 06-04-2021